Serve aiuto? Contattaci
Concessionaria Autosilver
Shop

Addio a Classe A e Classe B dal 2025? Una nota di Stoccarda chiarisce i piani

La testata tedesca Handelsblatt, citando fonti interne alla Mercedes-Benz, ha pubblicato nei giorni scorsi un'anticipazione circa una fondamentale scelta strategica presa in merito ai modelli della fortunata famiglia a trazione anteriore e motore trasversale: stando a quanto riportato dal quotidiano finanziario, il board della Stella avrebbe deciso di ridurre considerevolmente la gamma compatta a partire dal 2025, dando l'addio a due dei suoi pilastri, la Classe A e la Classe B, e trasformandolo in quello che diventerà il futuro gruppo "Core Luxury", nuovo gradino di ingresso nell'offerta della Casa.

La precisazione di Stoccarda. Una notizia "bomba" che non ha mancato di far discutere, e che ha spinto la stessa Casa di Stoccarda a pubblicare una nota stampa al riguardo: "Non commentiamo le speculazioni sul futuro dei prodotti. Ma", specifica il costruttore "vogliamo smentire le voci sul fatto che le attuali Classe A e Classe B non siano profittevoli" (non riportate da Quattroruote, ndr) "perché sono prive di fondamento".

Le conferme sul taglio dei modelli (e sul facelift degli attuali). "Lo scorso 19 maggio", prosegue la nota inviata agli organi d'informazione, "abbiamo annunciato nel nostro aggiornamento strategico che ridurremo il portfolio di modelli entry-level da sette a quattro. I modelli specifici saranno annunciati a tempo debito. Quello che è decisivo è che continueranno a esistere modelli compatti entry-level della Mercedes-Benz in futuro. Le attuali Classe A e Classe B", conclude la Casa "saranno aggiornate nel corso di quest'anno e lo stesso avverrà agli altri modelli nel segmento delle compatte nel 2023".

Lo spostamento verso l'alto del brand. Quello che rimane, al netto della precisazione ufficiale, è quanto annunciato dalla stessa Mercedes-Benz nell'ultimo strategy update, in cui era stata resa nota la visione per un significativo riposizionamento verso l'alto del brand, con cui Stoccarda intende spostare il baricentro commerciale del marchio e concentrare la propria gamma su modelli più esclusivi.

Dalla Mfa II alla Mma: arriva la piattaforma "electric first". Al di là di quali saranno i quattro modelli superstiti dei sette dell'attuale gamma compatta (secondo la Handelsblatt la Casa avrebbe deciso di eliminare Classe A, Classe A Sedan e Classe B, portando avanti invece CLA, CLA Shooting Brake, GLA e GLB) la famiglia entry-level sarà protagonista di un'altra virata storica, perché abbandonerà la piattaforma Mfa attualmente utilizzata e passerà alla nuova architettura multienergia Mma, con tanto di nuovo sistema operativo proprietario MB.OS.

Tutto attorno all'elettrico. Si tratta di una vera e propria rivoluzione: tanto da un punto di vista strutturale quanto in termini di software, la Mma non soltanto consente la presenza di powertrain completamente elettrici (non presenti sulla Mfa II), ma anzi è stata progettata proprio in loro funzione: sui modelli che la sfrutteranno, le altre motorizzazioni (che peraltro dovrebbero essere tutte ibride plug-in) saranno soltanto degli episodi collaterali.




AutoSilver Concessionaria Autosilver


Sei interessato a quest'offerta?
Contattaci


Compila i dati con:







I contenuti correlati